scritta HEALTH su una superficie di marmo
Dopo l'arrivo,  Esperienze

Tutto quello che devi sapere sull’assicurazione sanitaria per studenti italiani in Germania

Uno dei temi sicuramente più seri e importanti che deve affrontare uno studente o una studentessa italiana in Germania (non importa se in Erasmus o a tempo pieno) è sicuramente quello dell’assicurazione sanitaria. Io stessa ci ho messo del tempo per informarmi sulle regole in vigore per studenti europei in Germania, per trovare l’assicurazione più adatta a me e capire davvero quali servizi sono inclusi nella rata mensile. Dopo averti parlato dei costi della vita studentesca in questo Paese, in questo articolo ti spiegerò tutto quello che devi sapere sull’assicurazione sanitaria per studenti italiani in Germania e cosa devi fare per preparare al meglio la tua permanenza in questo Paese.

Di cosa parliamo in questo articolo? 👇

Il sistema sanitario in Germania

Prima di dirti tutto quello che devi fare, ti spiego in poche parole com’è strutturato il sistema sanitario tedesco. Sul sito del Ministero delle Pari Opportunità tedesco trovi una spiegazione generale del suo funzionamento, ma qui di seguito ti riassumerò tutti i concetti più importanti che devi sapere quando ti trovi in Germania come studente o studentessa.

Il modello sanitario tedesco si basa su due tipi di copertura assicurativa: l’assicurazione pubblica (GKV) e quella privata (PKV).

L’assicurazione pubblica

L’assicurazione pubblica è quella più comune e accessibile. Può essere stipulata da chiunque che non sia già assicurato privatamente e il prezzo viene calcolato per esempio in base alla professione, età o condizione famigliare.

L’assicurazione privata

L’assicurazione privata invece può essere stipulata in genere da persone che guadagnano oltre una certa somma, hanno un tot di anni di età e/o condizioni di salute particolari. Per questo costano generalmente di più. Inoltre, chi decide di assicurarsi privatamente, più tardi non potrà cambiare tornando all’assicurazione pubblica.

Le assicurazioni pubbliche o private vengono erogate da società assicurative, a cui ci si deve rivolgere per stipulare il contratto di assicurazione più adatto. Ogni assicurazione infatti include determinate prestazioni mediche ed è premura della persona controllare che ciò di cui si ha bisogno sia incluso nel contratto assicurativo. In generale però le prestazioni più necessarie o i controlli di routine sono inclusi. Chiunque è assicurato, riceve una tessera sanitaria personale (Krankenversicherungskarte) che bisogna presentare a ogni visita medica. Grazie a questa, le spese mediche vengono prese in carico dall’assicurazione, a eccezione delle spese di trattamenti o prestazioni non inclusi nel contratto.

Prima di trasferirti in Germania

Prima di trasferirti in Germania per studio è assolutamente importante che tu ti informi tramite l’Azienda Sanitaria della tua regione italiana se devi comunicare a qualcuno il trasferimento. Informati bene e contatta chi di dovere per poter partire senza pensieri. Consiglio personale: chiedi già informazioni su cosa devi fare nell’eventualità che tu debba stipulare l’assicurazione sanitaria tedesca (per esempio se cominci a lavorare, ma di questo te ne parlo meglio più avanti). Inoltre, non dimenticarti la tua Tessera Sanitaria italiana: ti verrà richiesta al momento dell’immatricolazione e a ogni visita medica.

L’assicurazione sanitaria per studenti italiani in Germania

Ora che sai un po’ come funziona il sistema sanitario tedesco e sai cosa devi fare prima di venire qui, vediamo nel dettaglio tutto quello che devi sapere quando ti trovi in Germania come studente o studentessa italiana. Innanzitutto devi fare una considerazione importante perché è proprio questo che determinerà se tu hai l’obbligo di essere assicurato/a o no: lavori durante gli studi? Se non è il tuo caso, leggi qui. Se invece intendi lavorare durante gli studi, è assolutamente importante che tu abbia un’assicurazione tedesca. Leggi quindi questo capitolo.

Se non lavori durante gli studi

Per fortuna abbiamo deciso di trasferirci e studiare in un Paese appartenente all’Unione Europea e questo, credimi, porta con sé tantissimi vantaggi. Uno di questi è poter avere a disposizione un sistema sanitario europeo che non obbliga a essere assicurati nel Paese ospitante se ti trovi lì temporaneamente e non lavori. Per esempio se sei turista oppure.. studente. La condizione di studente/studentessa è infatti riconosciuta come una condizione temporanea e, per questo, puoi avvalerti della tua TEAM (Tessera Europea di Assicurazione Malattia), che trovi sul retro della tua Tessera Sanitaria. Attenzione però: questa è valida solo per prestazioni urgenti e non rimandabili. Se per esempio hai sintomi influenzali o non stai bene, puoi recarti da ogni medico o ospedale che faccia parte della copertura sanitaria pubblica. Qui ti verrà chiesto di compilare un modulo tramite cui dichiari di non esserti recato/a in Germania solo per scopi medici. Diverso è però il discorso se volessi, per esempio, fare una visita di routine. Questa non rientra tra le prestazioni urgenti, perciò saresti costretto/a a pagare di tasca tua al termine della visita. 

Se lavori durante gli studi

Purtroppo, dal 2018 le regole sono un po’ cambiate: se prima potevi fare a meno dell’assicurazione anche mentre lavoravi, da qualche anno è obbligatorio essere assicurati se si ha un contratto di lavoro e si percepisce uno stipendio. Non importa quanto guadagni al mese o che tipo di contratto di lavoro hai: devi essere coperto/a da un’assicurazione. Ecco quindi cosa devi fare se trovi un lavoro come studente o studentessa italiana in Germania.

Avverti l’azienda sanitaria della tua regione italiana

Lo ripeto anche qui: prima di stipulare un’assicurazione tedesca, devi avvertire l’azienda sanitaria della tua regione italiana. Questo perché è teoricamente illegale essere assicurati in due Paesi diversi, anche se in questo caso si tratta dell’Unione Europea. Ma dato che ogni azienda sanitaria regionale ha le sue regole, ti invito a contattarla personalmente e richiedere informazioni per il tuo caso specifico. Una volta chiarito ogni dubbio, ti dovrebbero consegnare il modello E104, che tu dovrai presentare all’assicurazione sanitaria tedesca al momento dell’iscrizione.

Informati sulle compagnie assicurative

Una volta che avrai capito cosa devi fare con la tua azienda sanitaria regionale, puoi cominciare a informarti sulle singole compagnie assicurative tedesche.

Ogni compagnia assicurativa ha infatti prezzi e prestazioni differenti, per questo motivo ti conviene fare qualche paragone prima di stipulare un’assicurazione sanitaria in Germania. La buona notizia è che molte di loro offrono prezzi più vantaggiosi per studenti: In questo caso, al momento dell’iscrizione ti verrà chiesto di presentare il documento di immatricolazione all’università e la tua tessera studente.

Ecco allora una lista delle compagnie assicurative più conosciute. Cliccando sui link, verrai indirizzato/a direttamente alla pagina sull’assicurazione sanitaria per studenti:

Come ho già spiegato all’inizio, se stipulerai l’assicurazione medica, riceverai una tessera sanitaria (Krankenversicherungskarte) che dovrai presentare a ogni visita medica. In questo modo, le spese mediche verranno coperte direttamente dall’assicurazione e tu non dovrai pagare nulla sul posto. Attenzione però: alcuni medici potrebbero proporvi dei trattamenti extra non coperti dall’assicurazione e, quindi, non inclusi nella rata mensile. Sta a te decidere se accettare questi trattamenti extra. Per farlo, dovrai firmare un documento che ti verrà presentato dal medico.

Controlla la busta paga

Una volta che hai stipulato l’assicurazione sanitaria tedesca, ti verrà chiesto di inviare la conferma al tuo datore di lavoro. Come studente o studentessa in Germania, probabilmente si tratterà di contratti da lavoratore dipendente (qui ho spiegato tutti i tipi di contratto che trovi se vuoi lavorare da studente in Germania). Per legge quindi, sarà il datore di lavoro a coprire una parte del tuo costo assicurativo, mentre l’altra parte verrà detratta dal tuo stipendio in busta paga. Attenzione: questa cosa non vale per TUTTI i contratti di lavoro in circolazione. Dato che il tema è complesso e leggi ed eccezioni varie giocano un ruolo, ti consiglio di parlane con il tuo datore di lavoro o la tua compagnia assicurativa: saranno loro a spiegarti come funziona nel tuo caso specifico.

Conclusione

Destrarsi tra la giungla di regole in un Paese straniero non è mai facile. Per questo ho voluto scrivere questo blog post che, spero, ti ha aiutato a chiarirti un po’ di più le idee rigurado l’assicurazione sanitaria per studenti italiani in Germania. Se però hai altre domande, lascia un commento in fondo alla pagina! E se vuoi continuare a informarti sullo studio e la vita in Germania, qui trovi una raccolta di articoli che potrebbero esserti utili.

8 commenti

  • Raffaella

    Buongiorno Ilenia,
    A breve mi trasferirò a Monaco per frequentare una Fachakademie del periodo di 2/3 anni di studio. Premetto che ho 38 anni e sono sposata con un’italiano che vive e lavora in Italia. Nel mio caso ancora non mi è molto chiara la questione dell’assicuraizone medica. Ho letto che se non si lavora si può usufruire della tessera italiana ma se si lavora allora bisogna stipulare un’assicurazione ( privata nel mio caso visto che ho più di 30 anni) . Ho focalizzato la mia attenzione sul fatto che una volta che si stipula un’assicurazione, qualora si inizi a lavorare ovviamente, decade l’assistenza medica in Italia. Dunque la mia preoccupazione è la seguente: in italia io effettuo controlli cadenzati, obbligatori e mirati per malattia rara per la quale ho diritto ad esenzione del 100% per tutti gli screening. Io però durante il percorso di studi vorrei fare un lavoretto che mi dia la possibilità di non gravare tanto su mio marito. Quindi se io volessi fare un lavoretto e di conseguenza essere obbligata a stipulare un’assicurazione medica come faccio a fare i miei tanti controlli IMPORTANTISSIMI ( necessariamente gratuiti altrimenti molto costosi) senza avere più l’assistenza da parte della mia regione e del mio sistema sanitario nazionale?
    La ringrazio se riuscisse a chiarirmi la mia situazione.

    Raffaella

    • Ilenia

      Ciao Raffaella, visto che il tuo si tratta di un caso molto specifico e “delicato”, ti consiglio di rivolgerti sia all’Azienda Sanitaria della tua regione, sia a una compagnia assicurativa tedesca (alcune le ho elencate nell’articolo), spiegando in entrambi i casi la tua situazione. Spero che possano chiarirti il tutto e darti informazioni precise su cosa devi fare. In bocca al lupo!

  • Elena

    Buongiorno Ilenia,
    mia figlia è stata ammessa dall’università di Colonia ad un Master ovvero una laurea magistrale della durata di 2 anni, durante i quali non ha intenzione di cercare un lavoro in Germania.
    Nella lettera di ammissione le chiedono di presentare vari documenti ai fini dell’iscrizione tra cui il seguente:

    Proof of health insurance (or certificate of exemption)
    – state-insured persons: certificate of insurance for enrolment at a university
    – privately-insured persons: certificate of exemption from compulsory insurance

    Puoi darmi qualche chiarimento in merito? Cosa dobbiamo inviare?
    Non è sufficiente la normale tessera saniatria TEAM?
    Ti ringrazio in anticipo
    Elena

    • Ilenia

      Ciao Elena,
      partiamo dal presupposto che per cominciare a studiare in Germania bisogna essere assicurati: che sia un’assicurazione italiana o tedesca non importa, l’importante (in questo caso) è che sia europea. Detto ciò, tua figlia dovrà semplicemente rivolgersi a una delle compagnie assicurative e richiedere un documento in cui si attesti che lei è assicurata in Italia e quindi esente da una copertuna sanitaria in Germania. Se si trova già sul posto, basta andare nell’ufficio di una compagnia assicurativa con un documento d’identità, la tessera sanitaria italiana e il documento di ammissione rilasciato dall’università. Se invece si trova ancora in Italia, vi consiglio di scambiare qualche mail con qualche compagnia assicurativa per capire il da farsi. Spero di esservi stata d’aiuto, in bocca al lupo!
      Ilenia

  • francesca

    Buongiorno,
    Mia figlia di 19 anni si trasferirà a studiare in Germania il prossimo settembre, per l’intero anno accademico (e successessi, se andrà tutto bene…).
    A livello assicurativo, come possiamo muoverci?
    Grazie
    Francesca

    • Ilenia

      Ciao Francesca,
      per quanto riguarda l’assicurazione sanitaria bisogna porsi una domanda fondamentale: tua figlia lavorerà durante questo anno o no? Se non lavorerà, non avrà bisogno di un’assicurazione sanitaria tedesca, ma potrà usufruire della tessera sanitaria italiana per le emergenze. Se invece tua figlia vuole lavorare, lì si dovrà rivolgere a una compagnia assicurativa (alcune le ho elencate nell’articolo), chiarire la situazione e nel caso stipulare un’assicurazione per studenti.
      In bocca al lupo a tua figlia per l’anno in Germania!
      Ilenia

  • Angela

    Salve. Mio figlio studente universitario quest’estate per 3 mesi starà a Monaco di Baviera per una Summer internship per studenti con contratto e compenso di 800€ mensili. È sufficiente, in caso di emergenza,una copertura assicurativa sanitaria stipulata qui per brevi soggiorni di studenti all’estero con Alleanz che comprende anche furto, smarrimento bagagli, ecc.

    • Ilenia

      Buongiorno Angela, per un così breve periodo di tempo dovrebbe bastare la TEAM, la tessera sanitaria italiana. In caso di eventuale bisogno, la nostra copertura sanitaria copre le spese mediche – in quel caso servirà semplicemente compilare e firmare una dichiarazione presso l’ambulatorio. Loro poi richiederanno le spese al sistema sanitario italiano. Un’assicurazione a parte come quella dell’Allianz in questo caso non è necessaria a scopo sanitario, ma per coprire eventuali altri spese. L’assicurazione sanitaria che si intende qui in Germania è quella che si stipula in uno dei centri assicurativi che ho descritto nell’articolo. Per capire se è necessaria o no nel vostro caso, consiglio di rivolgervi direttamente al datore di lavoro. Inoltre, come ho accennato nell’articolo, consiglio anche di informarsi presso la sanità della vostra regione italiana per capire come muoversi. Comunque per soli tre mesi dovrebbe bastare la tessera sanitaria italiana.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *