Scorcio di un vicolo in cui si vede la torre del duomo di Passavia
Esperienze,  Prima della partenza

I pro e contro del vivere in Germania

Se sei arrivato/a qui, vuol dire che stai valutando un trasferimento in Germania e vuoi capire gli aspetti positivi e negativi che questo implica. Non è un passo facile e ti capisco: sei anni fa mi trovavo a fare le stesse considerazioni, anche se la mia scelta di trasferirmi in Germania era stata già presa da tempo. Volevo imparare la lingua attraverso questa esperienza lavorativa di un anno e il caso ha voluto che restassi per studiare e per lavorare. Il mio trasferimento è stato quindi più per scelta personale che per necessità. Nonostante ciò, nel corso degli anni ho capito quali aspetti positivi e negativi offre questo Paese, così tanto vicino all’Italia ma così diverso. Quali sono quindi i pro e i contro del vivere in Germania? Qui troverai una lista che, spero, ti aiuterà ad avere più chiarezza e a prendere questa decisione con più consapevolezza.

Di cosa parliamo in questo articolo? 👇

Gli aspetti negativi

Il costo della vita è alto

Più qualità di vita fa spesso rima con costi più alti. È vero, gli stipendi superano quelli dell’Italia e su questo non ci piove, ma per un immigrato/un’immigrata questo può rappresentare, almeno all’inizio, un ostacolo. Un esempio: i trasporti pubblici sono più costosi rispetto all’Italia. La Deutsche Bahn ha delle offerte regionali che possono essere vantaggiose, ma i prezzi dei treni a lunga percorrenza superano spesso di gran lunga quelli dell’alta velocità italiana, per rendere l’idea.

Un altro esempio è l’assicurazione sanitaria (Krankenversicherung), di cui ho già parlato in modo dettagliato in questo articolo e di cui non potete fare a meno se decidete di lavorare in Germania. Questa va dai 100€ (tariffa studenti) a più di 200€ mensili. C’è però da considerare che con l’assicurazione vi scorderete di ticket e lunghe attese che caratterizzano il sistema sanitario italiano.

Nonostante il costo della vita sia generalmente più alto rispetto a quello italiano (soprattutto in una città come Monaco di Baviera, la più cara della Germania per quanto riguarda gli affitti), alcuni prodotti di uso quotidiano sono sicuramente più economici rispetto all’Italia, dato che l’IVA in Germania è più bassa. Da luglio 2020 poi questa è stata ulteriormente ridotta per incentivare gli acquisti a seguito dalla crisi legata al Covid-19: ora l’IVA è al 16% e 5% fino alla fine dell’anno.

Il tedesco è difficile da imparare

Non prendiamoci in giro: il tedesco non è una lingua facile da imparare per noi “latini”. Grammatica, pronuncia e vocabolario richiedono tempo e pazienza. Ma non è impossibile. In Germania esistono corsi davvero per tutti i gusti, budget e tempi (qui ti parlo di 4 corsi di tedesco in Germania). Se un corso non fa per te, esistono però anche tanti modi per imparare la lingua da autodidatta: in questo articolo ne ho elencati 5. Un consiglio importante che ti do è quello di arrivare in Germania con una minima base di tedesco: ti aiuterà in tante situazioni quotidiane.

La mentalità è molto diversa da quella italiana

Quante volte avete sentito dire che i tedeschi sono freddi, chiusi e poco gentili? Non è del tutto vero però, come tutti gli stereotipi del mondo, del resto. Non TUTTI i tedeschi sono così, anche se in linea di massima noterai alcune di queste caratteristiche nella mentalità dei tedeschi, differenti rispetto all’Italia:

1) Con le persone non conosciute, molti tendono a sembrare chiusi e scontrosi. Semplicemente perché per loro non è naturale abbracciarsi, invitarti a casa appena ti hanno conosciuto o farti mille favori. Con loro questo processo è più lento, ma ne vale la pena. Non lasciarti scoraggiare, perché appena ti avranno conosciuto bene, avrai a che fare con persone gentili e disponibili.

2) La loro mentalità si basa più sulla collettività, che sull’individualismo. Per questo c’è molto più rispetto delle regole e, di conseguenza, dei luoghi e delle persone con cui convivono. In generale non troverai sporcizia in giro, persone rumorose, caos, orari non rispettati, semplicemente perché le regole, se seguite, danno vantaggi alla collettività e di conseguenza al singolo.

3) Dimenticati le conoscenze, le raccomandazioni e il “chiudere un occhio”, perché non ti porteranno da nessuna parte. In ogni campo della vita quotidiana devi riuscirci con le tue forze e le tue capacità. Ma se ti comporterai bene, saprai dimostrare che ti impegni e che segui le regole, avrai molte più possibilità di riuscire nei tuoi obiettivi. In Germania vige la meritocrazia, ricordatelo.

5 modi per imparare il tedesco da autodidatta - leggi l'articolo

Gli aspetti positivi

La qualità della vita è molto alta

Come ho scritto al primo punto, i prezzi sono sì più alti, ma del resto la qualità di vita è più alta rispetto all’Italia. La paga minima attualmente è di 9,50€/ora, i trasporti e la sanità funzionano, la burocrazia anche. Più tasse, più servizi. È una cosa che in Italia viene un po’ dimenticata a volte, ma qui in Germania assolutamente no.

La burocrazia funziona

Vuoi aprire o chiudere un conto in banca? In due ore hai già risolto tutto. Vuoi terminare un contratto telefonico? Una firma e nessuno ti disturba più. Vuoi inviare un reclamo? Funziona facilmente. Nel quotidiano, queste “piccolezze”, se funzionano, possono davvero renderti la vita più facile. In Germania non ho dubbi: quello che sono riuscita a fare qui, l’avrei fatto in Italia sprecando il doppio del tempo e delle energie.

Le possibilità lavorative sono tante

Esperienza personale: durante lo studio ho lavorato per 2/3 del mio tempo. Ho fatto vari lavori in vari ambiti, cambiato, rinnovato…e ho sempre avuto possibilità di scelta. Ho fatto esperienze in ufficio, come insegnante, come assistente; tutto senza problemi. In Italia è assolutamente impensabile: quanti studenti italiani trovano lavoro in azienda durante gli studi, che non sia uno stage? Appunto. E se anche tu desideri essere uno studente in Germania, dovresti conoscere questi tipi di contratto di lavoro per poter lavorare durante gli studi.

C’è però da mettere in chiaro che, anche in questo caso, non è tutto oro quello che luccica e, soprattutto, non tutto viene regalato. Come ho già detto prima, la meritocrazia e la formazione hanno un ruolo importante…e anche la conoscenza del tedesco, a meno che non ti trovi in una città cosmopolita dove puoi facilmente trovare un lavoro in cui il tedesco non è la lingua principale. Consiglio: cerca di integrarti il più possibile e vedrai che le possibilità lavorative arriveranno.

Allora, ti vuoi trasferire in Germania?

Ora che ti ho dato qualche pro e contro del vivere in Germania, qual è il tuo verdetto?


Se hai domande più specifiche o vuoi raccontare la tua esperienza ad altri italiani che vogliono trasferirsi in Germania, lascia un commento qui sotto oppure contattami. Sarò felice di aiutarti!

Se invece sei uno studente italiano o una studentessa italiana in Germania, iscriviti alla nostra prima community Facebook di Studenti italiani in Germania: un luogo virtuale per scambiarsi opinioni, informazioni, aiuto sull’università in Germania!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *