Uno scorcio di cielo azzurro tra le pareti di un edificio
Esperienze,  Prima della partenza

Come funziona l’università in Germania? Il sistema universitario tedesco

Dopo la mia guida sul sistema universitario francese, ecco l’articolo dedicato al sistema universitario tedesco, il mio “mondo” ormai da cinque anni. Esattamente come con quello francese, anche qui le differenze con l’Italia sono tante – ed è bene che tu le conosca se hai intenzione di andare a studiare in Germania per l’Erasmus o per un percorso di studi completo. In questo articolo ti spiego come funziona l’università in Germania: quali titoli di studio puoi conseguire, come si svolge l’anno accademico e come sono le lezioni e gli esami in una tipica università tedesca. Tutto quello che avrei voluto sapere io prima di cominciare la mia triennale a Passau, in Baviera!

Di cosa parliamo in questo articolo? 👇

Il sistema universitario tedesco

I percorsi di studio

Come funziona l’università in Germania, per quanto riguarda il percorso di studi? Ci sono vari titoli di studio e di conseguenza vari percorsi universitari, ma cominciamo da una differenza base: in Germania esistono le Universitäten e le Fachhochschulen. Le prime sono molto simili alle università italiane, le seconde invece si possono descrivere come “percorsi di specializzazione”, più incentrati quindi sull’esperienza pratica nel campo del lavoro.

In questo articolo ci concentreremo sulle Universitäten e i percorsi di studio che si possono conseguire. Ecco i principali:
Bachelor: la nostra triennale;
Master: (attenzione) è la nostra magistrale;
Questi ultimi due si dividono in Bachelor/Master of Arts (materie più in direzione umanistica) e B./M. of Science (per materie in ambito tecnico-scientifico). I due percorsi e il dottorato terminano con la consegna di una tesi di ricerca scritta.
Staatsexamen: il percorso che ti permette di conseguire un esame statale per una professione nel settore pubblico (per esempio educazione, medicina, giurisprudenza);
Doktorat: dottorato.

6 buoni motivi per fare la magistrale all'estero

L’anno accademico

A differenza dell’Italia, in Germania difficilmente sentirai parlare di anni accademici. Qui si parla infatti di “semestri accademici”: quello invernale (Wintersemester) da ottobre a marzo e quello estivo (Sommersemester), da aprile a settembre. Ogni semestre viene scandito da determinate fasi:

1) Iscrizione ai corsi (online)
2) Inizio delle lezioni (di solito verso metà ottobre e metà aprile)
3) Iscrizione agli esami (online)
4) Fine delle lezioni (di solito verso fine febbraio e fine luglio)
5) Periodo di esami (Klausurphase), che può durare da una settimana a un mese in base al corso di studi
6) Vacanze del semestre (Semesterferien) di circa due mesi, durante i quali non ci sono lezioni, ma si dovranno scrivere Hausarbeiten (vedi il capitolo sugli esami) o dare esami orali.

Anche i contributi universitari (Semesterbeitrag) sono da pagare a cadenza semestrale e non annuale. Per saperne di più, in questo articolo ti parlo dei costi dell’università in Germania.

Le lezioni

Esistono vari tipi di lezione che si svolgono durante il semestre. Questi sono quelli più diffusi:

Vorlesung: lezione in platea, in cui gli studenti hanno un ruolo più passivo (ascoltare le spiegazioni e prendere appunti);
Seminar: lezione che si svolge con un massimo di 35 studenti, che si trovano ad avere un ruolo più attivo in classe (discussioni, lavori di gruppo, presentazioni, consegna di compiti). Questi si possono dividere in Proseminar (5 crediti) e Hauptseminar (10 crediti). Il numero dei crediti indica in parole povere la “mole di lavoro”;
Wissenschaftliche Übung/Praktische Übung: Le “classi pratiche”, di esercitazione. Vengono di solito organizzate per materie che richiedono l’esercizio o la messa in pratica della teoria e, per questo motivo, accompagnano spesso le Vorlesungen;
Sprachkurs: corso di lingua in piccole classi.

Gli esami

Come ho scritto prima, gli esami si svolgono principalmente durante la Klausurphase, cioè a ridosso della fine delle lezioni. Questi sono principalmente scritti: rispetto all’Italia infatti troverai molti meno esami orali (anche se esistono, dipende tutto dal corso di studi). Un altro tipo di esame molto diffuso, soprattutto al completamento di un Seminar, sono gli Hausarbeit. Questi sono dei papers, delle micro tesi in cui sviluppare una propria ricerca sul tema affrontato nel Seminar durante il semestre. È un lavoro molto più pratico e meno “automatico” (niente libri da imparare a memoria!) ma prende molto tempo. Gli Hausarbeit sono infatti da scrivere durante le Semesterferien e da consegnare di solito un mese e mezzo dopo la fine delle lezioni (questo dipende però molto dal professore e dal corso di studi).

I voti

Molto diversa da quella italiana è la scala dei voti, che va da 1,0 (il massimo) a 4,0 (sufficienza). Anche i decimali giocano un ruolo: 0,3 – 0,5 – 0,7 indicano il grado del voto. Se non passi un esame, ti viene dato il voto canonico di 5,0 o comunque un voto al di sotto del 4,1. Ecco una tabella (molto approssimativa) per rendere tutto un po’ più chiaro:

Tabella dei voti universitari in Germania
Tabella dei voti universitari in Germania

Conclusione

Questa è solo una breve infarinatura su come funziona l’università in Germania, ma spero possa aiutarti a orientarti nella fitta trama del mondo universitario tedesco!


Stai pensando di iscriverti e studiare in questo Paese? Allora ti saranno sicuramente d’aiuto i miei articoli su come iscriversi all’università in Germania e su come trovare una casa per studenti .
Se però hai domande più specifiche sul percorso universitario in Germania, non esitare a contattarmi tramite il modulo di contatto o tramite la mia pagina Facebook e Instagram!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *